Newsletter/info



Burkina Faso / 4 Luglio 2019

Quattro laici cattolici uccisi in un attacco nel nord

Quattro laici cattolici sono stati uccisi a Bani, a circa 12 chilometri da Bourzanga, capoluogo dell’omonimo dipartimento della provincia di Bam, nel Nord del Burkina Faso, nell’assalto da parte di un gruppo jihadista del villaggio la sera del 27 giugno. Come riportato dall’agenzia Fides, dopo aver costretto gli abitanti a ritirarsi nelle loro abitazioni, i terroristi sarebbero passati casa per casa a identificare le persone secondo la loro appartenenza religiosa. Il commando ha costretto gli abitanti a sdraiarsi per terra. E ha cominciato la “perquisizione”, a caccia di simboli religiosi, e la selezione. I quattro che portavano al collo una piccola croce sono stati portati in disparte e uccisi. Il 28 giugno 2019, i jihadisti si sono recati a Pougrenoma, un altro villaggio della parrocchia di Bourzanga, per minacciare gli abitanti. «Secondo le testimonianze raccolte, non hanno fatto vittime ma hanno lasciato un messaggio nel quale affermano che le forze di difesa e sicurezza (Fds) devono abbandonare la zona così come i rappresentanti del governo, e minacciano i cristiani locali di convertirsi altrimenti rischiano di essere giustiziati alla loro prossima visita», afferma un comunicato firmato da don Victor Ouedraogo, direttore del centro per le comunicazioni sociali della diocesi di Bourzanga.

«Questo nuovo attacco porta a dodici nello spazio di due mesi i cristiani cattolici uccisi dai terroristi a causa della loro affiliazione religiosa nella diocesi di OuahigouyaU», dichiara il comunicato. Data l’offensiva in atto, molti fedeli hanno lasciato i villaggi e si sono rifugiati nel centro parrocchiale di Bourzaga, dove sono stati accolti. Negli ultimi mesi, il Burkina Faso è stato insanguinato da una raffica di attentati contro le comunità cristiane da parte di gruppi di matrice jihadista che proliferano data la crisi politica. La parrocchia di Bourzanga si trova a 150 chilometri dalla capitale Ouagadougou (40 da Kongoussi, capoluogo della provincia di Bam). È stata fondata il 25 marzo 1963 e ha 74.200 abitanti, di cui 4.687 cattolici.